VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

venerdì 17 gennaio 2014

20 GENNAIO A LUCCA: gli 11 comuni della provincia di Lucca che adottano la strategia RZ sotto la lente di ingrandimento

Lunedì 20 gennaio - ore 21
presso la chiesina dell'Alba in via San Nicolao a LUCCA nel centro storico.

Incontro pubblico su  Locale/Globale:
gli 11 comuni della provincia di Lucca che adottano la strategia RZ sotto la lente di ingrandimento;
osservazioni al Piano Regionale e molto altro in vista dell'incontro di Parigi del primo febbraio di Zero Waste Europe.

Interverrà

ROSSANO ERCOLINI - presidente di ZW Europe e vincitore del Goldman Prize 2013

I comuni della provincia di Lucca aderenti formalmente alla strategia RZ sono: Capannori, Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Bagni di Lucca, Villa Basilica, Pietrasanta, Massarosa, Seravezza, Forte dei Marmi e Camaiore. Non tutti questi comuni marciano con lo stesso passo verso il raggiungimento dell'obiettivo. Mentre i comuni di Capannori e di Seravezza mantengono elevata la tensione e l'impegno e il comune di Barga con l'80% di RD rappresenta un'ottima novità assistiamo invece a performance più modeste da parte degli altri comuni. Il comune capoluogo, pur aumentando gradualmente i livelli percentuali di RD (ormai vicini al 60%) non sembra ancora lanciato verso l'obiettivo di ridurre i rifiuti (vedi l'assenza di una RD "speciale" durante l'assalto del "Comics" o delle marce non competitive). Situazione analoga per i comuni di Borgo a Mozzano e di Villa Basilica che stazionano su risultati positivi...ma non troppo. Decisamente ferma è la situazione dei comuni versiliesi che tranne l'eccezione di Seravezza registrano livelli di attuazione di buone pratiche decisamente insufficienti. Preoccupante è invece la situazione del comune di Bagni di Lucca dove la raccolta differenziata porta a porta non è partita e dove segnali positivi (per adesso) non se ne vedono. Ricordiamo che i comuni italiani RZ sono al momento 205 rappresentanti oltre 4.500.000 abitanti.

Sindaci e/o assessori dei comuni citati (ed eventualmente di altri) unitamente ai rappresentanti degli Osservatori RZ sono invitati a partecipare.

L'incontro sarà rivolto a fare il punto sul Piano Regionale che allo stato conferma la "centralità" degli "smaltimenti (in discariche senza pretrattamento come quella di Peccioli e Rosignano e tentando di raddoppiare l'incenerimento dei rifiuti). Naturalmente sulla base dei temi di cui sopra altri aspetti come quelli riferiti alla situazione dell'ATO COSTA saranno ben presenti.

Il tutto, come "metodo" del movimento Zero Waste nel contesto di avvicinamento all'INCONTRO EUROPEO dei movimenti Rifiuti Zero previsto a Parigi dal 31 gennaio al primo febbraio

L'ASSOCIAZIONE AMBIENTE E FUTURO PER RIFIUTI ZERO