VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO
20 OTTOBRE a Molino del Piano: ore 19.00 Apericena a Km zero, a seguire parliamo di Economia Circalare e Rifiuti Zero con ROBERTO CAVALLO

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

mercoledì 19 marzo 2014

SELVAPIANA: Lettera Aperta - “SULLONDA DI RIFIUTI ZERO”


Durante la serata informativa “SULLONDA DI RIFIUTI ZERO” , avvenuta al cinema di Londa IL 14 Marzo 2014, abbiamo appreso dal Sindaco di Londa Aleandro Murras che la Giunta del suo comune ha deliberato per aderire alla “Strategia Rifiuti Zero” (Del. N. 14 del 17-02-2014). Delibera che è stata consegnata direttamente nelle mani di Rossano Ercolini affinchè possa valutarla e possa  inserire il comune di LONDA ufficialmente nella lista dei comuni aderenti.
Di fronte ad un’apertura di questo tipo, non possiamo che congratularci con il Sindaco e la sua giunta che per primi, nell’area della Valdisieve,  aderiscono alla strategia Rifiuti Zero con tutto quello che comporta.
Quindi, in attesa dell’ufficializzazione da parte di Rossano Ercolini del Centro di Ricerca Rifiuti Zero,  ribadiamo l’apprezzamento per  lo sforzo fatto e auspichiamo, al più presto, che possa essere seguito dagli altri sindaci dei comuni  che fanno parte di AER Spa nonché di AER Impianti Srl  costituita esplicitamente per costruire il nuovo impianto di incenerimento.
Tuttavia, dopo una prima lettura della delibera di adesione a Rifiuti Zero, notiamo che non si fa MAI riferimento al nuovo impianto di incenerimento che, ricordiamo, è ancora inserito nel Piano Interprovinciale dei Rifiuti e nel Piano D’Ambito, ha tutte le autorizzazioni (VIA-AIA) per poter partire, come ribadisce infatti l’assessore provinciale  Crescioli in recenti comunicati.
Nonostante una presa di posizione dei sindaci della Valdisieve di votare contro il Piano d’Ambito nelle ultime Assemblee di Ato Toscana Centro, non vi sono in realtà altri atti ufficiali che ne dichiarino la NON fattibilità da un punto di vista economico o la NON  necessità dovuta al calo dei rifiuti all’interno dell’ATO.
In proposito vorremmo far notare che in un ODG dell’Assemblea di Ato Toscana Centro del 7 Febbraio 2014, si dispone “una sospensione (MORATORIA) - della durata di 12 mesi …… rinnovabile per ulteriori massimi 12 mesi  comunque con una proroga massima fino a 3 mesi prima del termine previsto dalla normativa vigente per la presentazione dell’ istanza di rinnovo della VIA e dell’ AIA ……-  dell’adozione ….. di ogni ulteriore atto …… che sia propedeutica e preliminare all’avanzamento del progetto dell’impianto previsto in Loc. Selvapiana ..…..”.

 Una domanda sorge spontanea: 

QUALORA, PER QUALSIASI MOTIVO, I FLUSSI DEI RIFIUTI DOVESSERO CAMBIARE O DOVESSERO CAMBIARE LE CONDIZIONI DI PIANIFICAZIONE ATTUALI  E/O  ATO TOSCANA CENTRO FOSSE IN GRADO DI GARANTIRE, INVECE DELLE SOLE 45.000 t/a, TUTTO IL  FLUSSO DEI RIFIUTI IN MODO DA COPRIRE INTERAMENTE LA CAPACITA’ AUTORIZZATA  DELL’IMPIANTO DI SELVAPIANA (68.640 t/a), E PASSATI I 12+12 MESI DI MORATORIA, COSA POTREBBE SUCCEDERE?
E’ PLAUSIBILE PENSARE CHE I NO DEI SINDACI, DI ADESSO, SI POTREBBERO TRASFORMARE DI NUOVO IN DEI SI (all’impianto) DOMANI?

Per concludere ci preme far presente la nostra visione di “adesione a RIFIUTI ZERO”: dopo aver fatto tutti i passaggi delle 6R (chi più ne ha più ne metta: Riduzione, Raccolta Differenziata, Recupero, Riciclo, Ricerca, Riprogettazione), il  rifiuto RESIDUO deve essere trattato come ulteriore RISORSA e non come materia da bruciare nell’impianto di Selvapiana o in qualsiasi altro impianto. E, nella fase transitoria in cui dovremmo arrivare il più vicino possibile a produrre ZERO rifiuti residui (come ci chiede l’UE), ciò che non può essere più valorizzato come risorsa, può essere messo in discariche che, avendo sempre meno rifiuti, avranno una vita più lunga!  

Diamo la nostra disponibilità come sempre, nel caso Vi possa interessare avere un confronto con noi.

Distinti Saluti


19 MARZO 2014 -  
RETE AMBIENTALE VALDISIEVE – Ass. Valdisieve – Comitato Valdisieve – Ass. Vivere in Valdisieve                      
Italia Nostra Onlus Firenze
---------------------------------------------------------