VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

mercoledì 30 ottobre 2013

Convegno Slow Food: sabato 9 novembre a Rufina



Con il patrocinio del Comune di Rufina


Sabato 9 novembre ore 17,30 Villa Poggio Reale di Rufina

Primavera silenziosa ?
Storie di api e miele, di chimica, sangue, aria e salute, di economia ed ambiente.

Relatori:
                                           Dott. Andrea Terreni
(Vicepresidente Nazionale Unione Apicoltori, membro del Comitato Slow Food della Condotta di Scandicci).
Abuso dei pesticidi in agricoltura:
con i neonicotinoidi i danni per le api e gli insetti impollinatori sono certi! E per l'uomo????
.
Dott. Paolo Agnelli
(Museo di Storia Naturale, Università di Firenze)
Uomini e pipistrelli: una lunga storia di amore e odio
Un percorso di lotta ai veleni per la salute dell'uomo e dell'ambiente e sul valore dei pipistrelli come bioindicatori.

Dott.ssa Eva Alessi (partecipazione da confermare)
(Ecotossicologa, Responsabile Sostenibilità WWF Italia).
Il progetto DeTox / Svelenati
Quali sostanze tossiche accumuliamo e perché.

Dott. Alfredo Zuppiroli
(Cardiologo, Associazione Medici per l’Ambiente ISDE Italia,
affiliata alla International Society of Doctors for Environment)
Inquinamento urbano e patologie cardio-vascolari
L’impatto negativo della qualità dell’aria sulla nostra salute.
  
Segue
evento conviviale
 a base di prodotti biologici o a conduzione biologica, euro 10

(prenotazione obbligatoria c/o fiduciario Condotta S.F. 338.9299326, mastragostino@tin.it)

COMUNICATO STAMPA:


Sabato 9 novembre ore 17,30 Villa Poggio Reale di Rufina

Primavera silenziosa ?
Storie di api e miele, di chimica, sangue, aria e salute, 
di economia ed ambiente.

Primavera silenziosa è il titolo del famoso libro di Rachel Carson, dalla cui pubblicazione sono ormai trascorsi molti anni: un lungo lasso di tempo che però non ne ha diminuito (purtroppo) la validità dei contenuti. Nella prefazione la citazione di E. B. White: <>.
Lungo la strada temporale che porta ai giorni nostri, tanti altri pareri illuminati ma inascoltati: da quello di Aurelio Peccei del Club di Roma al più recente di Al Gore raccolto nel suo film “Una scomoda verità”. La fine di settembre del c.a. ha visto la pubblicazione del nuovo Rapporto dell’ IPCC (Protocollo Internazionale sui Cambiamenti Climatici) dove si confermano, a livello scientifico mondiale, concordemente ed ineluttabilmente, cause ed effetti del fenomeno. E si conferma il fatto di non aver più tempo da perdere in merito ai rimedi necessari a quanto già in atto.
Ma la politica e l’economia, inossidabili, continuano sulla strada disseminata ormai di crisi e problemi sempre più difficili da risolvere, aggravate anche dalla sovrappopolazione. I media si occupano, prevalentemente, delle diatribe di potere e di diseducare la popolazione anche perorando 
scelte errate per evidenti interessi di parte.
Ancora oggi, dopo tanti anni di discussioni, le istituzioni e l’industria non si discostano da modelli produttivi e sociali obsoleti e le gestioni, per esempio, dei rifiuti (tralasciando quelle occulte), sono ancora lontane dall’essere risolte ottimamente a monte ed a valle dei relativi cicli vitali. In genere la valorizzazione quantitativa dei consumi ed il modus vivendi producono i problemi che conosciamo, i quali portano a deteriorare l’ambiente, a produrre danni alle forme viventi compresa la specie umana.
Le relazioni di oggi, forse per qualcuno apparentemente separate, servono a dare una immagine complessiva convergente e di relazioni reciproche. Anche nei casi esposti dai singoli esperti, oltre all’evidenza delle cause e degli effetti, appare l’altrettanto evidente carenza o mancanza di tempestività 
o efficienza nelle soluzioni necessarie.
Per concludere, citando ancora Rachel Carson: <<…devo far presente che sono debitrice verso una folla di persone, molte delle quali a me sconosciute, ma che non di meno rendono legittima la pubblicazione di un libro come questo. Sono le persone che per prime si levarono contro l’avvelenamento irresponsabile ed impudente della Terra su cui viviamo insieme con tutte le altre creature, e stanno oggi combattendo migliaia di piccole battaglie destinate a far trionfare il buon senso e la ragionevolezza 
nel nostro adattamento al mondo che ci circonda.>>
Un encomio finale, quindi, a tutti coloro che conducono tali battaglie, a coloro che coraggiosamente producono pulito e nel segno della sostenibilità. Ai cittadini che sanno scegliere con intelligenza.

Il fiduciario della Condotta Slow Food Mugello e Levante Fiorentino, Leonardo Mastragostino.