VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

lunedì 29 luglio 2013

MARTEDI’ 30 LUGLIO ORE 12,00 A FIRENZE - CONFERENZA STAMPA DEL CENTRO RICERCA RIFIUTI ZERO DI CAPANNORI


MARTEDI’ 30 LUGLIO ORE 12,00 A FIRENZE PRESSO LA LIBRERIA FELTRINELLI  IN VIA DE’ CERRETANI 30/32 R

CONFERENZA STAMPA

DEL CENTRO RICERCA RIFIUTI ZERO DI CAPANNORI
PER LA PRESENTAZIONE DELLE
LINEE D’INDIRIZZO PER IL NUOVO PIANO REGIONALE RIFIUTI DELLA TOSCANA 
Come annunciato fin dall’inizio di Luglio il Centro Ricerca Rifiuti Zero di Capannori presenterà martedì 30 Luglio le proprie « Linee d’Indirizzo per il nuovo Piano Regionale Rifiuti della Toscana ».

Il Centro Ricerca Rifiuti Zero da diversi anni lavora all’interno della strategia internazionale « RIFIUTI ZERO ENTRO IL 2O20 » ed a stretto contatto con i movimenti che, a livello europeo e mondiale, perseguono questa strategia. Nello scorso aprile il Direttore del Centro Ricerca Rifiuti Zero di Capannori Rossano Ercolini ha riucevuto in America il GOLDMAN ENVIRONMENTAL PRIZE (il più prestigioso premio ambientale su scala mondiale) ed è divenuto PRESIDENTE DI « ZERO WASTE EUROPE » per il proprio impegno per lo sviluppo della Rete Rifiuti Zero in Italia (ad oggi vi hanno aderito…..)

Questo lavoto di approgfondimento sul Piano Rifiuti della Regione Toscana  nasce dall’invito che lo stesso Presidente Rossi rivolse ai primi di Maggio a Capannori anche al Centro Ricerca a dare il suo contributo per lo sviluppo di un nuovo Piano Toscano Rifiuti aperto alle buone pratiche e alle strategie più innovative.

Il lavoro del Centro Ricerca non si è limitato a studiare sulla carta i « numeri » necessari a stendere le nuove linee d’indirizzo del Piano Rifiuti ma si è svolto attraverso un vero e proprio « TOUR » che ha attraversato la Toscana per vedere da vicino sia le situazioni più problematiche sia approfondendo i risultati raggiunti dalle migliori « buone pratiche verso Rifiuti Zero » del nostro territorio (non solo l’esperienza di Capannori ma anche quella, estremamente avanzata, del comprensorio dell’Empolese).

Le proposte inoltre recepiscono le indicazioni di molte associazioni toscane tra cui L’ASSOCIAZIONE RIFIUTI ZERO DI FIRENZE CHE SARA’ PRESENTE ALLA CONFERENZA STAMPA CON IL PROPRIO RAPPRESENTANTE ANTONIO DI GIOVANNI.

IL RISULTATO  DI QUESTA « RICERCA SUL CAMPO » SARA’ PRESENTATO MARTEDI’ 30 LUGLIO DALLO STESSO ROSSANO ERCOLINI (direttore del Centro Ricerca) E DA FABIO LUCCHESI (Coordinatore Toscano dei Comitati per la Legge Rifiuti Zero)  IN UNA CONFERENZA STAMPA CHE PERMETTERA’ DI FARE IL PUNTO SUL FATTO CHE LE NUOVE LINEE D’INDIRIZZO POTREBBERO RENDERE CONCRETA SIA UNA FORTE RIDUZIONE DEI RIFIUTI DA SMALTIRE, SIA IL RAGGIUNGIMENTO DI PERCENTUALI MOLTO ALTE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA E RECUPERO DEI MATERIALI DAI RIFIUTI (COME RICHIESTO DALLE INDICAZIONI DELL’UNIONE EUROPEA) SENZA DOVER FAR RICORSO  A NUOVI INCENERITORI O ALL’AMPLIAMENTO DELLE DISCARICHE ESISTENTI.

LA PRESENTAZIONE DELLE « LINEE D’INDIRIZZO » DEL CENTRO  RICERCA RIFIUTI  ZERO POTRA’ PERMETTERE, COME CI AUGURIAMO, DI SVOLGERE APPIENO QUEL CONFRONTO CHE LO STESSO PRESIDENTE ROSSI HA DETTO DI VOLER CONTINUARE PRMA DELL’APPROVAZIONE DEFINITIVA DEL NUOVO PIANO RIFIUTI DELLA REGIONE TOSCANA CHE POTREBBE PORRE LA NOSTRA REGIONE ALL’AVANGUARDIA SUPERANDO L’ATTUALE FASE DI STALLO CHE VEDE LA TOSCANA APPENA AL 12° POSTO  TRA LE REGIONI ITALIANE PER RACCOLTA DIFFERENZIATA E RECUPERO.


IL CENTRO  RICERCA RIFIUTI ZERO DI CAPANNORI