VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO
20 OTTOBRE a Molino del Piano: ore 19.00 Apericena a Km zero, a seguire parliamo di Economia Circalare e Rifiuti Zero con ROBERTO CAVALLO

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

mercoledì 26 giugno 2013

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

Coordinamento Toscano dei Comitati Popolari per la Legge Rifiuti Zero 
Forum Toscano dei Movimenti per l’Acqua
Forum Contro le Grandi Opere Inutili e Imposte
Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano (PI)

Contatti stampa Fabio Lucchesi 339/1686201

Venerdì 28 giugno, dalle ore 10.00 alle 12.30
Presidio per una Toscana capace di futuro. L'appello a Enrico Rossi

Piazza Duomo, 10 a Firenze, sede della presidenza della Regione Toscana


Facciamo sentire la nostra voce per chiedere di cambiare subito!

CAMBIAMO MUSICA PER UNA TOSCANA DEL FUTURO! PRESIDIO SIMBOLICO PER UN CAMBIAMENTO RADICALE DURANTE IL PRESIDIO INTERVENTI IN PIAZZA E TESTIMONIANZE DELLE PRINCIPALI EMERGENZE E VERTENZE DI CAMBIAMENTO

In occasione della settimana di mobilitazione per un Piano Regionale Rifiuti Zero il Coordinamento Toscano dei Comitati Popolari per la Legge Rifiuti Zero, il Forum Toscano dei Movimenti per l’Acqua, il Forum Contro le Grandi Opere Inutili e Imposte e il Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano hanno indetto un presidio simbolico davanti alla presidenza della Regione Toscana per far sentire al presidente Enrico Rossi e alla giunta regionale tutta le ragioni di chi chiede un nuovo modello di sviluppo per la Toscana.

Il presidio, intitolato simbolicamente “CAMBIAMO MUSICA. PER UNA TOSCANA DEL FUTURO” vedrà i movimenti promotori ed altri soggetti alternare i loro interventi in Piazza sulle Alternative alla musica di una banda che allieterà l’evento rendendolo più visibile ed allegro.

In Piazza Duomo interverranno:
- Gianluca Garetti sull’impatto sanitario degli inceneritori
- Valeria Nardi sulle alternative all’inceneritore di Casa Passerini e l’Alterpiano Rifiuti Zero
- Alessandro Giacomini  dei Cobas Quadrifoglio Firenze
- Fabio Lucchesi  Sulle alternative regionali  per Rifiuti Zero
- Tiziano Cardosi contro il tunnel TAV, il rigassificatore di Livorno, la nuova corsia dell’A11
- Massimo Bani e Fiorenza Bettini sulla ripubblicizzazione del servizio idrico
- Francesco Gesualdi (detto Francuccio, allievo di Don Lorenzo Milani)

Su un’Altra Via per la Toscana

Sono inoltre previsti interventi contro le spese e le servitù militari e sui distretti di  economia solidale. Tutto questo per dire al governatore Rossi a nome dei cittadini toscani che abbiamo bisogno di un nuovo modello di sviluppo che dobbiamo creare. Non domani, ma subito, perché la nostra felicità non può attendere. YES WE CAN!

La riflessione dei movimenti promotori proseguirà poi dal 10 al 14 Luglio con un campeggio sul Monte Amiata aperto a tutte le istanze dei movimenti che vogliono una Toscana del Cambiamento.