VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

mercoledì 30 gennaio 2013

Rete dei Comitati per la difesa del Territorio - Assemblea 3 febbraio 2013


A tutti i Comitati
Care Amiche e Cari Amici,
desidero ricordarvi che questa Assemblea del 3 febbraio a Firenze ha lo scopo di discutere e lanciare la "Piattaforma toscana". La vostra partecipazione è vitale per riempire di contenuti e di forza la manifestazione.
Vi invito a tener presente perciò che oggetto principale della discussione sarà la "Piattaforma toscana" elaborata in un interscambio continuo fra voi e la Giunta della Rete più che un'elencazione di casi singoli (i quali tuttavia restano alla base del vostro e del nostro ragionamento), sarebbero auspicabili da parte vostra un’implementazione ulteriore e una valutazione politica (politica nel nostro senso s’ intende) di contenuti e obiettivi della "Piattaforma", che ci consentano di arricchirla e di rilanciarla sia in sede regionale sia a livello nazionale, come fin dall'inizio abbiamo avuto intenzione di fare. In questo quadro, particolare attenzione dovrebbe esser dedicata ai nuovi temi e modi della "partecipazione" di cui la "Piattaforma" rappresenta già di per sé un esempio.
L'Assemblea cade nel pieno di una campagna politica elettorale nazionale. Non si tratta di mancanza di attenzione o di una vera e propria distrazione: è invece una scelta fortemente voluta, del tutto intenzionale, per due motivi.
Innanzi tutto: senza teme di smentite possiamo affermare che, da parte delle forze politiche nazionali più rappresentative, il posto riservato nel proprio dibattito pubblico e nei propri programmi ai temi dell' ambiente, del territorio, del paesaggio, dei beni culturali, è finora più che modesto, per non dire inesistente. Intendiamo reagire, proponendo ai nostri interlocutori politici e istituzionali di pronunciarsi esplicitamente sulle tematiche che noi solleviamo. Sarebbe davvero disdicevole, anzi impensabile, che al nostro appello, in una condizione del genere, non si risponda.
In secondo luogo: intendiamo rimarcare con chiarezza che i problemi e le tematiche che solleviamo non sono una delle tante aree d'interesse cui una forza politica di ambizioni nazionali dovrebbe guardare ma, nello stato presente delle cose, quella che determina tutto il resto.
Dietro le nostre critiche e osservazioni e dietro il nostro progetto si cela un diverso modo d'intendere e concepire le fondamentali scelte civili e una diversa gerarchia delle scelte e dei valori. E' facile rendersene conto. Ma per chi ancora non se ne rende conto, lo diciamo ora con chiarezza. Non siamo dei critici a tutti i costi: siamo i portatori di un nuovo progetto, alternativo e calato profondamente nella società civile; ed è su questo che chiediamo a politici e istituzioni di pronunciarsi.
Vi ricordo che anche una parte della Trasmissione della Rete 3 "Ambiente Italia'' del 2 febbraio (in onda alle 12,55) sarà dedicata alle questioni toscane e alla nostra manifestazione.

In attesa d'incontrarvi vi saluto cordialmente
A. A. R.