VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO
20 OTTOBRE a Molino del Piano: ore 19.00 Apericena a Km zero, a seguire parliamo di Economia Circalare e Rifiuti Zero con ROBERTO CAVALLO

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

martedì 16 agosto 2011

«Dati taroccati»: la Provincia spegne l'inceneritore del Pollino

La decisione dopo una relazione della Procura «Valori manomessi dai dipendenti di Tev»
PIETRASANTA.
Se non è un "cartellino rosso", ci assomiglia molto. La Provincia di Lucca ha avviato le procedure per revocare a Tev, l'azienda che gestisce l'inceneritore del Pollino (attualmente sotto sequestro), l'autorizzazione che, nel 2006, le permise di aumentare la quantità di materiale da incenerire. Se questo può sembrare solo un aspetto tecnico, in realtà non è così. Perché alla base della decisione di palazzo Ducale c'è un punto fondamentale: il taroccamento dei dati delle emissioni per il quale sono sotto inchiesta dipendenti di Tev. Come spiega un comunicato della Provincia, infatti, l'autorizzazione che «permetteva di innalzare da 43mila a 59mila tonnellate l'anno il combustibile da rifiuti da incenerire, era stata concessa dall'amministrazione provinciale sulla base di dati emissivi, forniti dallo stesso gestore dell'impianto che, così come risultavano trasmessi, risultavano nella norma e compresi nei limiti di legge». Secondo una relazione della Procura di Lucca, che ha portato avanti l'indagine sul taroccamento, però, i valori che Tev trasmise non sono da ritenersi veritieri «a causa di manipolazioni effettuate dagli operatori. «L'autorizzazione concessa da palazzo Ducale - spiega quindi la Provincia - risulta dconseguentemente basata su dati artefatti, forniti dalla stessa Tev e quindi inevitabilmente carente dei necessari presupposti di legittimità. Per questo motivo la Provincia ritiene di revocare a Tev l'autorizzazione all'esercizio dell'impiano di Falascaia, dando avvio al procedimenti di annullamento dell'autorizzazione concessa nel 2006». Fin qui la nuda cronaca. Allargando l'orizzonte, si può dire che quello di ieri è un'ulteriore tassello (forse il più importante da qualche mese a questa parte) sulla chiusura dell'inceneritore del Pollino, sul quale incombono varie inchieste giudiziarie. Una chiusura che ormai, anche nelle stanze della Regione, sembra essere ormai data per molto vicina.

Fonte " Il Tirreno": http://iltirreno.gelocal.it/versilia/cronaca/2011/08/13/news/dati-taroccati-la-provincia-spegne-l-inceneritore-del-pollino-4787068

altro: