VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO
20 OTTOBRE a Molino del Piano: ore 19.00 Apericena a Km zero, a seguire parliamo di Economia Circalare e Rifiuti Zero con ROBERTO CAVALLO

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

giovedì 28 luglio 2011

PROGETTO DI LOMBRICOLTURA

http://www.lombricolturacompagnoni.it/ 
Pubblichiamo un interessante progetto pilota di "Lombricoltura" che richiederebbe non tanto spazio (circa 200 mq. di terreno) per trasformare i rifiuti organici in compost.
Si tratta di una inversione di tendenza per una valorizzazione delle risorse, in un’ottica di “recupero, non distruzione” in sintonia con il concetto che NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO SI TRASFORMA.
Inoltre si dà un valido aiuto all’ambiente, si allunga la vita delle discariche, si abbattono i costi di trasporto e relativo inquinamento da emissione da fumi di scarico. Si consuma e si produce scarto sul posto, che poi si trasforma e si usa, sempre sul posto: non si hanno costi di smaltimento - KM 0 - OGNUNO TRASFORMA E RIUTILIZZA IL PROPRIO SCARTO.
I vantaggi di questa operazione possono riassumersi in diversi punti.
- Progetto di immediata fattibilità, in quanto non richiede particolari interventi.
- Non necessità di grossi investimenti (se si ritiene opportuno si possono coinvolgere anche i privati per un contributo parziale).
- Facilità di approccio e indubbia utilità del progetto (da sempre gli scarti vengono riciclati in agricoltura).
- Coinvolgimento diretto del cittadino ed avvicinamento alle problematiche ambientali: è un “esempio pratico” e concreto di intervento contro le varie forme di inquinamento.
- Controllo generale della situazione ed innegabile ritorno di immagine.
- Ottimo investimento, vantaggi economici, meno spese.
- Può essere proposto come percorso didattico per le scuole (inserito in un circuito).

E' ormai riconosciuta da tutti l'utilità del lombrico, lo troviamo persino sui calendari. Vengono organizzati simposi e riunioni a tutti i livelli, anche internazionali, per dibattere e illustrare l'utilità del lombrico e gli sviluppi continui dei suoi impieghi.
L'ICE - ISTITUTO PER IL COMMERCIO ESTERO - ha effettuato uno studio completo circa la possibilità di affermazioni della Lombricoltura all'Estero. Le prospettive sono molto ampie.
ANCHE LA CEE SI INTERESSA ALLA QUESTIONE LOMBRICO.
L'HUMUS DI LOMBRICO E' INFATTI L'UNICO AMMENDANTE AMMESSO PER AGRICOLTURA BIOLOGICA

A CHE COSA SERVE IL LOMBRICO?
•TRASFORMAZIONE ecologica di qualunque materiale organico biodegradabile (fogliame, erbacce, residui delle industrie alimentari, fanghi di depurazione, ecc..)
•SMALTIMENTO ecologico dei letami animali (conigli, bovini, suini, equini, pollami, ecc..)
•CIBO PER ANIMALI utilizzato come integratore proteico di mangimi (il 70% della carne di lombrico è costituito da proteine), o per svezzamento, (all. starne, piccioni ecc.)
•ESCHE DA PESCA: in Italia vi sono 3 milioni di pescatori. Calcolando che ciascuno di essi consuma annualmente circa 1.000 di lombrichi, il quantitativo necessario per tale attività ammonta a 3 miliardi di lombrichi.
•PRODUZIONE DI VERMICOMPOSTA, prezioso concime organico comunemente conosciuto come "HUMUS", che aumenta e migliora la fertilità dei terreni.

Leggi tutto l'articolo al link:
https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=explorer&chrome=true&srcid=0B5uPVnFGS9xwM2IzMWU3YTQtOThhMC00ZDdjLWIwZjctYTFmZTE1YzlhNTA2&hl=it
 
L'articolo è tratto dal sito di Lombricoltura Compagnoni:  http://www.lombricolturacompagnoni.it/
ma in rete ci sono molti altri siti in cui si parla di lombricoltura, come per esempio quello di LOMBRICOLTURA I & S al link http://www.lombricolturaies.com/  che è anche più vicino a noi ( visto che è a Fucecchio -Firenze ) e quindi visitabile per eventuali informazioni.