VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

17 DICEMBRE A MOLINO DEL PIANO: MERCATINO DISCO SOUPE E TANTO ALTRO

17 DICEMBRE A MOLINO DEL PIANO: MERCATINO DISCO SOUPE E TANTO ALTRO
17 DICEMBRE A MOLINO DEL PIANO: MERCATINO DISCO SOUPE E TANTO ALTRO.

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

martedì 15 novembre 2016

Firenze, obiettivo raccolta differenziata fallito: danno erariale per 43 milioni. Esposto alla Corte dei conti

DI  · 15 NOVEMBRE 2016


Sulla scia di una sentenza della Corte dei Conti della Liguria, recentemente confermata in sede di appello, dieci associazioni ambientaliste nazionali e fiorentine hanno presentato stamattina un dettagliato esposto al Procuratore Generale della Corte dei Conti della Toscana, per danno erariale di rilevante entità, a causa del mancato raggiungimento degli obiettivi minimi di raccolta differenziata alle percentuali fissate dall’art.205/1 dlg 152/2006, nei dodici comuni del bacino di Quadrifoglio spa, nel periodo che va dal 2008 al 2014 (non essendo ancora pubblicati i dati del 2015), causato delle condotte omissive di Quadrifoglio Spa.
È stato calcolato un danno emergente di più di 43 milioni di euro, cui potrebbe aggiungersi anche un danno erariale da lucro cessante, relativo al mancato introito dei corrispettivi economici dovuti al conferimento ai Consorzi di filiera relativamente all’alluminio, al legno, al vetro, alla plastica etc.
Responsabili di questa ipotesi di danno erariale, sarebbero gli amministratori di Quadrifoglio spa, i Sindaci e gli assessori delegati dei Comuni soci di Quadrifoglio e il Presidente della Regione e dell’assessore delegato, che a vario titolo non si sono preoccupati di rendere esigibili gli obiettivi annuali di raccolta differenziata previsti dalla legge. Il Presidente della Regione in caso di mancato raggiungimento delle percentuali minime previste di raccolta differenziata avrebbe dovuto nominare un commissario ad acta.
Dato che da più di dieci anni la costruzione dell’inceneritore di Firenze è in stand by e forte del silenzio/assenso dei decisori politici fiorentini e toscani Quadrifoglio non ha avuto nessun interesse a raggiungere gli obbiettivi di raccolta differenziata previsti dalla legge, essendo direttamente interessato al business inceneritore, presumibilmente questo ha provocato un grave danno alla collettività stimabile in 43 milioni di euro.
Hanno sottoscritto l’esposto alla Corte dei Conti:
– COMITATO MAMME NO INCENERITORE ONLUS
– ASSEMBLEA PER LA PIANA CONTRO LE NOCIVITÀ
– COORDINAMENTO DEI COMITATI DELLA PIANA DI FIRENZE
– COORDINAMENTO DEI COMITATI PER LA SALUTE DELLA PIANA DI PRATO E PISTOIA
– ASSOCIAZIONE MEDICINA DEMOCRATICA SEZIONE FIRENZE
– WWF ITALIA ONLUS
– FORUM AMBIENTALISTA
– ITALIA NOSTRA ONLUS – SEZIONE TOSCANA
– ZERO WASTE ITALY
– CENTRO STUDI QUADERNI DI ONTIGNANO