VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

lunedì 29 febbraio 2016

IL TUNNEL CHE SVENTRERÀ FIRENZE


Tav - Dentro la stazione Foster
Ogni mattina Rocco Alvino si sveglia e deve ingoiare bile e rabbia. Ha superato i 75 anni ma la sua vita è segnata dall’arrivo della TAV a Firenze nel 2008. «Ci dissero che non sarebbe cambiato nulla, che avrebbero monitorato. Ma prima abbiamo dovuto convivere con il rumore fortissimo, costante, fastidioso di escavatori, talpe e ruspe, poi con le crepe nei muri, iniziate prima del 2009, con quelli che loro avevano definito lavori propedeutici». “Loro” sono i tecnici incaricati dalla Nodavia, l’impresa costruttrice del tratto Tav toscano che prevede un tunnel che attraverserà la città sottoterra e sarà funzionale a far recuperare ai treni dell’Alta velocità della tratta Roma Milano, la Tav più redditizia, “ben” cinque minuti sui tempi di percorrenza.
A raccontarci la storia della TAV che incombe sulla bomboniera d’Italia è, oltre al SIg. Alvino, anche l’Università di Firenze, Girolamo Dell’Olio, Presidente dell’Associazione IDRA, Alfonso Bonafede, Avvocato e Portavoce del Movimento 5 Stelle a Firenze, Giorgio Pizziolo che è stato per 30 anni docente di urbanistica all’università fiorentina e infine le Ferrovie dello Stato.


Per legger l’articolo sulla Tav fiorentina, acquista BioEcoGeo in edicola o Abbonati cliccando qui!

fonte: http://www.bioecogeo.com/tunnel-sventrera-firenze/