VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO
20 OTTOBRE a Molino del Piano: ore 19.00 Apericena a Km zero, a seguire parliamo di Economia Circalare e Rifiuti Zero con ROBERTO CAVALLO

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

giovedì 24 settembre 2015

Lucart Group trasporto su rotaia raddoppiato in due anni e oltre 7.500 tonnellate di CO2 in meno in atmosfera

LucartL’Azienda toscana presenta il nuovo Rapporto di Sostenibilità:
Anche ottimizzazione dell’uso delle risorse idriche e utilizzo di materiali di recupero, confermano l’impegno del Gruppo nella gestione di un business ecosostenibile
Trasporto su rotaia raddoppiato in due anni, fotovoltaico e business che puntano sull’economia circolare. Il Rapporto di Sostenibilità 2014 di Lucart Group, pubblicato per il decimo anno, conferma così l’impegno del Gruppo nella gestione di un business ecosostenibile.
“Da oltre 60 anni Lucart è impegnata a sviluppare un progetto di business sostenibile lungo tutta la filiera, a partire dall’approvvigionamento dalle materie prime fino alla distribuzione del prodotto finito, adottando un modello circolare di produzione che limiti al massimo l’utilizzo di risorse non rinnovabili e massimizzi l’efficienza del riutilizzo”.  Le parole di  Massimo Pasquini, Amministratore Delegato Lucart Group, spiegano come sin dai suoi esordi Lucart si è adoperata nel rendere sempre più armonico il rapporto tra impresa, persone e ambiente: ogni giorno lavora per organizzare i propri sistemi produttivi e logistici tutelando il territorio e i lavoratori.
Ecco alcuni passi importanti del Rapporto di Sostenibilità, consultabile integralmente nel sito web www.lucartgroup.com:
–    Trasporto su rotaia: dal 2012 al 2014 Lucart ha quasi raddoppiato (da 385 a 657) il numero di vagoni utilizzato per il trasporto delle proprie merci, con una riduzione sensibile sia del traffico sia delle immissioni inquinanti tipiche del trasporto su gomma pari a circa 292 tCO2 in meno emesse in atmosfera.
–    Nel 2014 il ricorso a fonti energetiche alternative rinnovabili ha permesso di evitare l’immissione in atmosfera di oltre 1.200 tCO2 in totale. Nello specifico i due impianti fotovoltaici realizzati uno nel territorio di Capannori (2011) e l’altro nello stabilimento di Avigliano (attivo dal 2013), hanno permesso di evitare l’immissione in atmosfera di 914 tCO2.
–    Grazie all’aumento della quantità di acqua riutilizzata nel processo produttivo e alla riduzione dei fabbisogni per il processo produttivo stesso, nel 2014 Lucart ha ridotto del 9,6% (vs. 2013) il consumo idrico per tonnellata di carta prodotta.
–    Le centrali di cogenerazione alimentate a gas metano degli stabilimenti di Porcari e di Castelnuovo di Garfagnana, che coprono interamente il fabbisogno energetico e generano un surplus che viene immesso in rete, unitamente ad altri interventi di riduzione dell’utilizzo di gas metano e vapore, hanno permesso di evitare 6.300 tCO2 in atmosfera.
Tutti gli interventi sopramenzionati, unitamente alle altre azioni, hanno scongiurato l’immissione in atmosfera di oltre 7.500 tCO2.
A dimostrazione del sistema di economia circolare adottato, il Rapporto di Sostenibilità mette inoltre in evidenza anche il progetto Fiberpack® che ha permesso di evitare 28.715 t di CO2 in atmosfera e 164.175 alberi non tagliati.
Fiberpack®, l’innovativo processo di trattamento, messo a punto nel 2011 da Lucart Group, grazie alla collaborazione con Tetra Pak®, che separa con precisione le fibre di cellulosa dal resto dei materiali, utilizzando una tecnologia pulita e a rifiuti zero che permette il recupero del 100% dei componenti dei cartoni per bevande. Questa tecnologia ha consentito di recuperare 995 milioni di cartoni per bevande (da 1 litro) in un anno, evitando più di 68.356 metri cubi di discarica.
Lucart Group
Lucart Group, gruppo industriale italiano di respiro multinazionale, nato in provincia di Lucca nel 1953, è tra i principali produttori a livello europeo di carte monolucide e prodotti tissue (articoli in carta destinati al consumo quotidiano quali carta igienica, carta per cucina, tovaglioli, tovaglie, fazzoletti etc.). Gli oltre 60 anni di attività hanno permesso all’azienda di sviluppare il know-how, l’esperienza e la tecnologia necessari per realizzare prodotti di qualità in grado di rispondere al meglio alle esigenze della clientela. Gli impianti produttivi nei vari stabilimenti del Gruppo consentono di realizzare un’ampia gamma di prodotti avendo il controllo su tutte le fasi del processo produttivo, dalla scelta delle materie prime sino alla definizione delle caratteristiche del prodotto finito. La capacità produttiva di Lucart Group è di 300.000 tonnellate/anno di carta, ripartita su 10 macchine continue (di cui una per carta airlaid) e 54 linee di converting. Le attività produttive dell’azienda sono distribuite su 3 Business Unit (Business to Business, Professional e Consumer), impegnate nello sviluppo e nella vendita di diversi prodotti con brand distintivi tra cui Tenderly, Tutto, Grazie Natural e Smile (area Consumer), Lucart Professional, Tenderly Professional, Fato e Velo (area Professional). Le gamme includono prodotti nati per soddisfare le esigenze di diverse tipologie di utenza, dalla grande impresa al consumatore finale. Il fatturato consolidato è di circa 400 milioni di euro e le persone impiegate sono 1.200, 6 gli stabilimenti produttivi (5 in Italia e 1 in Francia) con una superficie totale di 750.000 m2. Lo stabilimento di Diecimo (LU) è uno dei più grandi stabilimenti europei dedicati alla produzione e trasformazione di carta tissue. Lucart rappresenta da sempre una realtà fortemente orientata all’innovazione, ad esempio è stata la prima azienda italiana ad aver sviluppato la tecnica della disinchiostrazione dei maceri per la produzione di carta tissue e monolucida sottile per imballaggi flessibili. Lucart ha sviluppato il primo impianto in Italia in grado di recuperare le fibre di cellulosa presenti nei contenitori Tetra Pak®, un progetto eco-rivoluzionario che ha permesso di ottenere una carta di ottima qualità nel pieno rispetto dell’ambiente. La qualità dei prodotti ed il rispetto dell’ambiente sono da sempre alla base delle scelte strategiche del Gruppo, ne sono esempio le varie certificazioni conseguite come Ecolabel (prima azienda italiana certificata), PEFCTM, FSC®, UNI EN ISO 9001 e 14001 ecc. Lo stabilimento di Diecimo rappresenta una delle prime strutture industriali integrate, cartiera e converting nello stesso sito, a livello europeo per la produzione di carta tissue ad aver ottenuto la registrazione ambientale EMAS.
Ufficio Stampa Lucart Group
Encanto public relations
+39 0266983707 – Maria Amendolagine; m.amendolagine@encanto.biz