VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO

Molino del Piano: INCONTRO CON ROBERTO CAVALLO
20 OTTOBRE a Molino del Piano: ore 19.00 Apericena a Km zero, a seguire parliamo di Economia Circalare e Rifiuti Zero con ROBERTO CAVALLO

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

mercoledì 29 luglio 2015

Ilva: è disastro ambientale

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Taranto ha accolto tutte le 47 richieste di rinvio a giudizio presentate dalla procura della Repubblica sul presunto disastro ambientale provocato dall’ Ilva.
Lorenzo Nicastro, ex assessore all’Ambiente è stato assolto dall’accusa di favoreggiamento personale nei confronti dell’ex presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, insieme a lui sfuggo alla condanna il carabiniere Giovanni Bardaro accusato di rivelazione di segreti d’ufficio e l’avvocato Donato Perrini, accusato di favoreggiamento. Il giudice ha condannato invece don Marco Gerardo a 10 mesi di reclusione e Roberto Primerano.
I rinvii a giudizio sono stati in totale 47; 44 riguardano persone fisiche, mentre gli altri 3 riguardano le società Ilva Spa, Riva Fire e Riva Forni Elettrici. Tra gli imputati rinviati a giudizio per il caso Ilva c’è anche lo stesso Nichi Vendola, accusato di concussione aggravata in concorso.
Vendola avrebbe esercitato pressioni sul direttore generale di Arpa Puglia per “ammorbidire” la posizione dell’Agenzia regionale di protezione ambientale nei confronti delle emissioni nocive prodotte dall’Ilva. Era stata la stessa Arpa, nel giugno del 2010, ha stilare una campionatura dalla quale emergevano picchi di benzoapirene, sostanza molto cancerogena che va ad attaccare il DNA.
Vendola avrebbe consentito all’azienda Ilva di continuare a produrre senza riduzioni di emissioni inquinanti. I reati contestati agli indagati vanno dall’associazione per delinquere finalizzata al disastro ambientale all’avvelenamento di sostanze alimentari, all’emissione di sostanze inquinanti con violazione delle normative a tutela dell’ambiente.