VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

lunedì 23 settembre 2013

PIANO REGIONALE RIFIUTI: Comunicato MEDICINA DEMOCRATICA


ASSOCIAZIONE  ONLUS      Sede di Firenze – P.za Baldinucci, 8r  50129 Firenze
e-mail: glucagaretti@gmail.com    Cell.334-8668064
Firenze 20-09-2013
Se questo è un salto di civiltà......
La sezione fiorentina di Medicina Democratica giudica assai deludente il nuovo Piano Regionale dei Rifiuti 2013-2020 che ri-punta ancora una volta sugli inceneritori. Su 9 previsti ne conferma 7.
Considerando che quello di Greve in Chianti sono stati costretti a eliminarlo per la decisa opposizione del Sindaco Alberto Bencistà e di tutta la sua giunta, alla fine solo uno  è stato “depennato” d’ufficio.
Se questo è un salto di civiltà...
Ancora una volta non si è voluto dare un colpo al business che ruota attorno alla costruzione degli inceneritori con tutto ciò che questo comporta per la salute delle popolazioni e dell'ambiente. Avere un numero alto di impianti di incenerimento è sicuramente un elemento che favorisce l'accumulo progressivo di sostanze pericolose, anche a dosi infinitesimali, persistenti e bioaccumulabili, come il PU (Particolato Ultrasottile), le diossine ed i metalli pesanti. Risparmiando sul serio sugli impianti di incenerimento allora si che si sarebbe fatto davvero un salto di civiltà. Così come assumendo, sul serio, l'orizzonte culturale dei rifiuti zero, che vuol dire sopratutto zero inceneritori e zero discariche. Le popolazioni sono oggi sottoposte ad una pressione ambientale, che rende sempre più fragili i territori, e contribuisce a rendere sempre più precaria anche la salute delle presenti e future generazioni, per questo sarebbe doveroso applicare la prevenzione primaria, il principio di precauzione e la riduzione di impianti, facilmente sostituibili, come gli inceneritori.
MEDICINA DEMOCRATICA
SEZ. PIETRO MIRABELLI FIRENZE