VALORIZZARE DIFENDERE SALVAGUARDARE LA VAL DI SIEVE

L' Associazione Valdisieve persegue le finalità di tutelare l'ambiente, il paesaggio, la salute, i beni culturali, il corretto assetto urbanistico, la qualità della vita e la preservazione dei luoghi da ogni forma d'inquinamento, nell'ambito territoriale dei comuni della Valdisieve e limitrofi.

17 DICEMBRE A MOLINO DEL PIANO: MERCATINO DISCO SOUPE E TANTO ALTRO

17 DICEMBRE A MOLINO DEL PIANO: MERCATINO DISCO SOUPE E TANTO ALTRO
17 DICEMBRE A MOLINO DEL PIANO: MERCATINO DISCO SOUPE E TANTO ALTRO.

da rifiuto a risorsa


EVENTI

http://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/V_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/E_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/N_MD_CLR.GIFhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/t_md_clr-3.gifhttp://www.megghy.com/immagini/GIF/alfabeti3/alfa_blu_bordo/i_md_clr-4.gif
TUTTI GLI EVENTI DELLE MAMME NO INCENERITORE E NON SOLO: QUI
vedi anche il loro profilo FB

20 Ottobre dalle ore 19.00:
APERICENA A KM ZERO
circolo ARCI la Torretta Molino del Piano, con ROBERTO CAVALLO

A SEGUIRE (ORE 21.00):
ECONOMIA CIRCOLARE E RIFIUTI ZERO, sempre con ROBERTO CAVALLO

************************

· NUOVA Petizione “Stop alla costruzione di nuovi inceneritori, Sì alla raccolta differenziata!”

CALENDARIO

mercoledì 25 settembre 2013

DOVE C'E' UN INCENERITORE, CI SONO SFORAMENTI!

E mentre la Regione si accinge ad approvare il nuovo 

Piano Regionale sui Rifiuti (PRR),

che dovrà essere approvato prossimamente dal Consiglio regionale,
- Piano che ribadisce il ricorso all'incenerimento come la migliore e l'unica delle cose da fare in questo campo, confermnando quindi quasi tutti gli impianti;
- Piano che ipotizza una percentuale del 70% di RD SOLO al 2020 (dovevamo TUTTI aver raggiunto il 65% entro il 31-12-2012!!), quando SI SA BENISSIMO che dove si attiva il Porta a Porta si raggiungono da subito percentuali che sfiorano l'80%;
- Piano che fa a meno dei TMB (impianti di trattamento a freddo dei rifiuti) perchè si prevede che il rifiuto residuo invece che andare a ulteriore selezione per recuperare ulteriore materia prima seconda, possa andare direttamente in inceneritori o cementifici;
- Piano che non prevede per esempio in che discariche (se ci sono) saranno buttate tutte le scorie e ceneri prodotte;
-Piano che, con gli interventi previsti, ipotizza, e sembra che si siano sforzati oltre misura, una misera riduzione pro-capite di rifiuti di 50 Kg/anno arrivando alla mitica cifra di 600 kg/anno pro-capite. E pensare che senza interventi, nel 2011, si è avuto di per sè un calo del 20%! E pensare che la media italiana è di 533 kg/anno per abitante, e che è superiore di ben 23 kg/anno alla media europea!

GLI IMPIANTI CONTINUANO A SFORARE.


E' di oggi la notizia di nuovi sforamenti dell'Inceneritore di MONTALE: